I 10 comandamenti del programmatore

Sei un programmatore? Allora potrai davvero capire quanto tutto quello che verrà elencato qui sotto possa essere fondamentale per chiunque di noi.

I 10 comandamenti del programmatore:

  1. Il copia e incolla è il tuo dio.
    Quante volte durante i nostri studi ci è stato detto di non copiare e incollare codici? Ebbene, sicuramente a scopo didattico questa repulsione verso il classico copy and paste è formativa ma, pensiamoci bene, davvero abbiamo voglia di riscrivere tutto il codice a mano?
  2. Google è il tuo salvatore. 
    Se un programmatore dice di conoscere alla perfezione un linguaggio di programmazione sta mentendo. Lui conosce il modo per conoscere alla perfezione un linguaggio di programmazione. Questo modo è Google Search.
  3. Il manuale utente è l’ultima spiaggia.
    Se sei un programmatore sai di cosa sto parlando. Non esiste manuale utente utile alla nostra causa; prima dobbiamo sbattere la testa contro un muro di cemento armato. Poi consultiamo Google e parliamo con amici programmatori. Solo alla fine, forse, ci rendiamo conto che il manuale a disposizione era davvero l’unica soluzione realmente funzionale.
  4. Da soli è bello, ma il team funziona di più.
    Fin dall’inizio dei nostri studi siamo stati messi alla prova singolarmente per vedere se sapevamo colorare un testo in HTML oppure sapevamo collegare un DataBase alla nostra pagina PHP, ma in fondo lo sviluppo migliore e più elaborato è sempre quello svolto in TEAM.
  5. Il team è bello, ma il cazzeggio funziona di più.
    Si sa, i programmatori vengono addestrati fin da subito alla logica e allo sviluppo matematico dei propri pensieri. C’è una piccola cosa a cui però un programmatore non sa resistere: le distrazioni; e fate attenzione! Ne basta una e vi ritroverete a giocare per 4 ore di fila alla playstation e a farvi domande sul genere umano del tipo “Chi sono io? Da dove vengo?”.
    Il bello è che un qualsiasi programmatore non riesce a stare lontano da quest’ultime, perchè è proprio grazie a queste che sviluppa idee superinnovative e geniali che potrebbero cambiare il mondo (chiaramente, solo per noi stessi!).
  6. Siate fedeli ai vostri IDE.
    E’ chiaro! Chi insulterebbe il proprio ambiente di sviluppo? Ognuno gli è caro. Ognuno gli è fedele. Ognuno ha il suo, ed il suo è migliore degli altri!
  7. Il vostro codice è migliore. A tutti i costi! 
    Può anche essere più pesante, può anche contenere migliaia righe in più, ma non c’è storia: il tuo codice è migliore degli altri, e solitamente è soltanto perchè l’hai scritto tu.
  8. Se è Open è bello. Se non lo è, deve essere mio! 
    Non c’è niente da fare. Se sei un programmatore hai delle esigenze! Se quelle esigenze non le può soddisfare un programma qualsiasi una soluzione la si trova sempre!
  9. La calma è la virtù dei forti.
    Sarà capitato a chiunque di voi di non riuscire assolutamente a venire a capo di un problema che a quanto pare ha deciso di diventare la distruzione effettiva della vostra sanità mentale. Parlate con altre persone ma pensate a quello. Siete in bagno e pensate a quello. Siete con i vostri o le vostre compagne e pensate a quello. Mangiate e pensate a quello.
    Ehi, programmatore! Hai provato a non pensarci?
    Si ecco! La soluzione di 2+2 è 4!
  10. Il computer è una macchina stupida per persone intelligenti.

 

Chiaramente io che scrivo questo elenco di fittizi “comandamenti” sono un programmatore e tutto ciò che ho scritto l’ho detto per gioco.
Forse leggere questo articolo potrebbe servire a distrarvi così da risolvere più facilmente il vostro problema!


L’articolo di oggi termina qui, speriamo che l’argomento trattato possa tornare utile ai nostri lettori.
Il Neebol TEAM vi ringrazia per le vostre attenzioni e per il vostro supporto!
Al prossimo articolo!

L’articolo appena mostrato è di proprietà di Neebol.
Alcuni diritti riservati Neebol, realized by Neebol TEAM.
Icone CC for Neebol NOSFONDO

RelatedPost

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *